Dow Jones

BFF: in 1* sem utile netto rettificato di 46,6 mln



Bff ha chiuso il primo semestre con un Utile Netto Rettificato di 46,6 mln euro, in calo dell’1% rispetto allo stesso periodo del 2020.

Il Margine di intermediazione rettificato, spiega una nota, è stato pari a 149,3 mln, di cui 70,7 mln provenienti dal Factoring & Lending, 27 mln dal Securities Services e 29,4 mln dal Payments. Gli interessi passivi rettificati sono stati pari a 23,5 mln, con costi operativi totali rettificati (inclusi deprezzamenti e ammortamenti) di 92,2 mln e rettifiche su crediti e accantonamenti per rischi e oneri pari a 3 mln, portando a un Utile Ante Imposte Rettificato di 60 mln. L’Utile Netto Contabile è pari a 210,3 mln, e include il badwill lordo e gli impatti straordinari derivanti dall’acquisizione di DEPObank.

Il Gruppo ha mantenuto un solido livello di liquidità, con un Liquidity Coverage Ratio (LCR) del 313,6% al 30 giugno. Il Net Stable Funding Ratio (NSFR) e il coefficiente di leva finanziaria, alla medesima data, erano pari rispettivamente a 236,5% e 4%. Il NSFR del Gruppo è impattato positivamente dal 2* trimestre 2021 dalla nuova regolamentazione, che stabilisce fattori di ponderazione più favorevoli per le attività e le passività legate al factoring. Alla fine di giugno 2021 il portafoglio di Titoli di Stato (HTC e HTC&S) era pari a 5.144 mln rispetto a 5.782 mln del portafoglio aggregato di BFF e DEPObank combined al 30 giugno 2020. Al 30 giugno 2021 il mark-to-market del portafoglio HTC era positivo per circa 41 mln dopo le imposte (non incluso né nel conto economico né nello stato patrimoniale). Alla fine del 1* sem. 2021 la duration del portafoglio HTC era pari a 29,8 mesi. Le Sofferenze Nette (net NPLs), esclusi i Comuni italiani in dissesto, si sono attestate a EUR6,2 mln, pari allo 0,2% degli impieghi netti (2,1% includendo i Comuni in dissesto), con un Coverage ratio del 74%. Il CET1 non è stato impattato negativamente dal calendar provisioning.

Si conferma l’eccellente qualità degli attivi, con un Costo del Rischio annualizzato pari a zero punti base nel 1* sem. 2021 (contro 7,6bps alla fine del 2020 e 2,6bps nel 1* sem. 2020 di BFF stand-alone), in relazione alla contrazione del portafoglio e a rilasci IFRS 9. Il totale dei Crediti Deteriorati (sofferenze, inadempienze probabili e scaduti) ammontano a 90,9 mln al 30/06/2021 (124,6 mln alla fine del 2020 e 130,5 mln al 31/06/2020), di cui il 76% verso il settore pubblico.

Il Gruppo mantiene una forte posizione patrimoniale, con un coefficiente CET1 del 18,6% (vs uno SREP del 7,85%), e un Total Capital ratio del 23,0% (di molto superiore al 15% Total Capital ratio target della Banca, e superiore a un requisito SREP del 12,05%), con 177 mln di capitale in eccesso rispetto al 15% target di Total Capital ratio post acquisizione di DEPObank. Entrambi i coefficienti patrimoniali escludono circa 212 mln di dividendi maturati (165,3 mln del dividendo maturato nel 2019-20 e 46,6 mln dell’utile netto rettificato del 1° sem. 2021).

Includendo tali dividendi, il CET1 ratio e il Total Capital ratio sarebbero rispettivamente del 28,2% e del 32,6%.

BFF non ha applicato nessuna delle misure di emergenza Bce/ Eba o il pacchetto bancario della Commissione europea per Covid-19. Il 23 e il 27 luglio 2021, rispettivamente, la Banca Centrale Europea e la Banca d’Italia hanno comunicato di non voler prorogare oltre il 30 settembre 2021 le loro raccomandazioni sul divieto di distribuzione dei dividendi. BFF ha quindi avviato un momento di dialogo con Banca d’Italia, al fine di sottoporre all’Assemblea degli Azionisti, che dovrebbe essere convocata ad ottobre 2021, una proposta di distribuzione dei dividendi. L’utile rettificato dell’esercizio 2021 sarà distribuito successivamente alla delibera favorevole dell’Assemblea degli Azionisti 2022, convocata di norma alla fine di marzo/inizio aprile di ogni anno. Si prevede di convocare l’assemblea di ottobre 2021 a fine agosto, per sottoporre all’approvazione una delibera su alcune modifiche statutarie, modificate per adeguarsi alla nuova normativa e al Codice di Corporate Governance.

com/lab

(END) Dow Jones Newswires

August 06, 2021 05:31 ET (09:31 GMT)

Segnali:

nessun segnale

BFF: in 1 semester adjusted net profit of 46.6 million

Bff closed the first half with an Adjusted Net Profit of € 46.6 million, down 1% compared to the same period of 2020.

The adjusted intermediation margin, explains a note, was equal to 149.3 million, of which 70.7 million from Factoring & Lending, 27 million from Securities Services and 29.4 million from Payments. Adjusted interest expense amounted to 23.5 million, with total adjusted operating costs (including depreciation and amortization) of 92.2 million and loan adjustments and provisions for risks and charges equal to 3 million, leading to a pre-tax profit Adjusted by 60 million.