Biennale Danza, Teatro e Musica, Baratta: quest’anno più coinvolgimento del pubblico

C’è un filo rosso che lega la Biennale Danza, Teatro e Musica: il rapporto con il pubblico e il tema del suo coinvolgimento. Sarà questo “il filone di ricerca comune” dell’edizione 2019 delle tre rassegne secondo il presidente della Biennale, Paolo Baratta che ha presentato oggi a Roma in una conferenza stampa tre mesi di spettacoli, incontri e promozione di nuovi artisti insieme ai direttori della Danza, Marie Chouinard della Musica, Ivan Fedele e del Teatro, Antonio Latella.

Edizione che introduce forti elementi di intersettorialità con riferimento alle problematiche di comunicazione tra artisti e pubblico. «Si tratta – ha spiegato Baratta – di un processo evolutivo che accomuna lo spettatore di teatro, l’ascoltatore di musica, l’osservatore del movimento, il visitatore di una mostra e che ci riporta in ultima analisi alla vitalità dell’opera d’arte».

Leggi anche altri articoli di Economia o leggi la fonte


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer