Bitspark chiude: cita ristrutturazioni interne, proteste a Hong Kong e coronavirus


Criptovalute

Bitspark, start-up con sede a Hong Kong specializzata nelle rimesse tramite blockchain, ha improvvisamente annunciato la chiusura dei battenti a causa di problemi interni di ristrutturazione.

Questa settimana George Harrap, CEO e co-founder di Bitspark, ha ufficialmente annunciato che la piattaforma terminerà i propri servizi in data 4 marzo 2020.

Fino a quella data i clienti di Bitspark potranno prelevare le proprie criptovalute, in quanto le funzionalità dell’azienda rimarranno attive fino ad allora. Dopo il 4 marzo i log-in verranno disabilitati, ma per un periodo di 90 giorni sarà ancora possibile prelevare i fondi contattando il servizio clienti di Bitspark.

Lascia un commento