Borsa: Asia contrastata, Tokyo -0,02%

Il rallentamento dell’economia cinese, che si è accentuato negli ultimi 2 mesi, continua a pesare sui listini principali di Asia e Pacifico, che si sono mossi a più velocità.

Da un lato ha influito il voto del Parlamento Britannico, che ha escluso un’uscita del Regno Unito dalla Ue senza accordi, dall’altro il rallentamento della produzione industriale in Cina ai livelli del 2009, delle vendite al dettaglio a quelli del 2012 e il balzo della disoccupazione in febbraio al 5,3%, dopo il +4,9% di dicembre, sui massimi degli ultimi due anni.

In rosso Shanghai (-1,2%), poco mossa Tokyo (-0,02%) insieme a Taiwan (-0,24%), positive invece Seul (+0,34%) e Sidney (+0,3%).

Poche variazioni anche per Hong Kong (-0,05%) e Mumbai (+0,06%) ancora in fase di contrattazioni.

Negativi i futures sull’Europa e su Wall Street in attesa di conoscere le reazioni al voto di Westminster, mentre la sterlina si sta rafforzando sulle altre principali valute, con il dollaro a 1,32, l’euro a 1,17 e lo yen a 148,03

Leggi anche altri post Milano o leggi Agenzie


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer