BORSA: azionario corregge, industriali in calo

Il Ftse Mib riduce i cali e fa segnare un -0,6% a 23.063 punti. L’indice era sceso fino a un minimo intraday a quota 22.851 punti. Il Dax al momento cede lo 0,5%, il Ftse-100 l’1,08%.

“Quando i mercati scontano la perfezione nei prezzi, un leggero cambio nel sentiment causa parecchio danno”, afferma Hussein Sayed, Chief Market Strategist di FXTM, in merito alla correzione in atto sull’azionario. Venerdi’ il Dow Jones a Wall Street ha chiuso in calo del 2,54%.

“E’ quello che abbiamo visto la scorsa settimana, dopo che i dati sul mercato del lavoro americano hanno evidenziato un’accelerazione della crescita dei salari al ritmo piu’ alto da meta’ 2009. Sembra che la Fed dovra’ affrontare una nuova sfida dopo l’uscita di Janet Yellen e gli investitori si stanno rapidamente adattando alla nuova realta’”, spiega l’esperto.

“Il trend sincronizzato di crescita globale, l’entusiasmo sulle politiche fiscali di Trump e il forte incremento degli utili sono stati gli ingredienti chiave che hanno alimentato il rally azionario nel 2017. Inoltre, l’inflazione era rimasta assente”, mentre ora che gli indicatori in questo senso stanno salendo, “la Fed potrebbe muoversi in modo piu’ aggressivo di quanto previsto”, aggiunge lo strategist, secondo cui “l’era dei soldi a basso costo sta finendo. Per i mercati che ci si erano abituati indubbiamente si tratta di una cattiva notizia”.

A Milano in calo gli industriali: Pirelli -2,58%, Leonardo Spa -2,54%, Fca -1,2%, Stm -1%. In controtendenza tra le utility Enel (+0,28%) e Terna (+0,11%).

Tra le mid cap Bim avanza del 5,94%, con la banca che ha smentito le ipotesi di stampa di un cambio al vertice.

pl

paola.longo@mfdowjones.it

Copyright (c) 2018 MF-Dow Jones News Srl


BORSA: azionario corregge, industriali in calo è stato pubblicato su Dow Jones News dove ogni giorno puoi trovare notizie di economia e mercati.