BORSA: azionario Ue contrastato a meta’ seduta

L’azionario europeo e’ poco mosso a meta’ seduta, con il Ftse Mib che segna un +0,23% a 23.567 punti e il Dax un +0,37%, mentre il Ftse-100 cede lo 0,38%.

“I mercati azionari” del Vecchio Continente “sono misti, con la volatilita’ che resta bassa. Le Borse globali hanno avuto una scarsa reazione ai dati cinesi. L’economia della Cina e’ cresciuta del 6,8% nell’ultimo trimestre del 2017, un po’ meglio del 6,7% atteso. Le vendite retail” a dicembre “si sono raffreddate a un +9,4%, rispetto al +10,2% di novembre”, spiega David Madden, analista di CMC Markets.

Tra le blue chip di piazza Affari brillano B.Generali (+2,63%), Cnh I. (+1,99%) e Stm (+1,78%), quest’ultima sostenuta dall’avvio di copertura con rating buy da parte di Societe Generale.

Tra i bancari positive Unicredit (+0,92%), Mediobanca (+0,87%) e Intesa Sanpaolo (+0,1%), mentre Banco Bpm cede l’1,94%.

Si segnala infine il +4,86% di Aquafil, sulla nuova intesa negli Usa. La societa’ è attiva a livello mondiale nella produzione e commercializzazione di fibre sintetiche impiegate nei settori della pavimentazione tessile, automobilistico, della moda e dello sport.

pl

paola.longo@mfdowjones.it

Copyright (c) 2018 MF-Dow Jones News Srl