Dow Jones

BORSA: commento di chiusura



Seduta positiva per l’azionario europeo, che ha chiuso la seduta sopra la parità, mentre è proseguita l’ondata di trimestrali. In particolare il Ftse Mib ha segnato +0,53% a 25.490 punti.

Sul fronte dei dati macro, l’indice Pmi composito dell’Eurozona, nella lettura finale di luglio, si è attestato a 60,2 punti dai 59,5 di giugno. Il dato è al di sotto del preliminare e del consenso a quota 60,6 punti.

L’indice finale relativo al settore dei servizi è invece salito a 59,8 punti rispetto ai 58,3 del mese precedente, al di sotto dei 60,4 del preliminare e del consenso degli economisti.

Quanto all’Italia in particolare la lettura del Pmi servizi si è attestata a 58 punti dai 56,7 di giugno, sotto le attese del consenso a 58,2 punti.

Le vendite al dettaglio nell’Eurozona poi sono cresciute dell’1,5% su base mensile e del 5% a livello annuale a giugno, in linea al consenso degli economisti contattati dal Wall Street Journal.

Nel frattempo Wall Street prosegue la seduta in calo (Dow Jones -0,85%) con la stima Adp sotto le attese che pesa sul sentiment del mercato.

Nel dettaglio, in base alle stime dell’Automatic Data Processor, negli Usa è stato registrato a luglio un aumento dei posti di lavoro nel settore privato pari a 330.000 unitá. Il dato ha deluso nettamente il consenso degli economisti contattati dal Wall Street Journal che si aspettavano una crescita dei posti pari a 653.000 unitá.

L’indice Ism non manifatturiero degli Usa invece si è attestato a 64,1

punti a luglio, in aumento rispetto ai 60,1 di giugno, battendo il

consenso degli economisti a 60,2 punti.

A piazza Affari in rialzo Finecobank (+3,29%) e Diasorin (+2,15%). Bene Stellantis (+2,26%) che ha proseguito i guadagni della vigilia in scia ai conti trimestrali oltre le attese.

In progresso Banco Bpm (+2,29%), Mediobanca (+1,12%), Bper (+0,65%) B.Mps (+1,02%). Occhi puntati poi su Intesa Sanpaolo (+0,58%) in scia ai giudizi positivi degli analisti dopo i risultati del primo semestre.

Da segnalare poi Atlantia (-1,10%) con il gruppo che ha chiuso il primo semestre dell’anno con ricavi operativi per 2,8 miliardi, in aumento del 14% per effetto della ripresa del traffico autostradale.

In rally Marr (+13,72% a 22,54 euro) promossa da Kepler Cheuvreux da hold a buy, con prezzo obiettivo che passa da 20,5 a 22,5 euro.

Sotto i riflettori infine Omer (invariata), societá attiva nel settore della componentistica e arredi interni per mezzi di trasporto ferroviario, e Nusco (+8,33%), gruppo attivo nella produzione e vendita di porte per interni e infissi in legno, pvc, alluminio e ferro al debutto oggi sull’Aim Italia.

cm

(END) Dow Jones Newswires

August 04, 2021 11:56 ET (15:56 GMT)

Segnali:

Cereali Chicago: commento di chiusura di giovedi' 11 novembre
(Il Sole 24 Ore Radiocor Plus) - New York, 11 nov - Ieri, seduta contrastata al Cbot di Chicago, con le quotazioni ancora sotto l'effetto del rapporto World Agricultural Supply and Demand Estimates (W ...
Chiusura sui massimi di giornata per il FTSEMib
Chiude sui valori massimi della seduta la giornata borsistica del principale indice di Piazza Affari. Vendite su Telecom Italia. Bene Pirelli dopo i conti trimestrali. La giornata è stata ancora carat ...
Borsa: Chiusura in rosso per il Nasdaq-100, in calo dell'1,44%
Ribasso per l'indice tecnologico di Wall Street, in flessione dell'1,44%, termina le contrattazioni a 15.985,57 punti.
Cereali Chicago: commento di chiusura di mercoledi' 10 novembre
(Il Sole 24 Ore Radiocor Plus) - New York, 11 nov - Ieri, seduta molto positiva al Cbot di Chicago, incoraggiata dai dati sulle vendite e dal rapporto sulla resa dei raccolti. I commercianti si aspett ...
Il FTSEMib chiude con un rialzo (frazionale)
I maggiori indici di Borsa Italiana e le principali piazze finanziarie europee hanno iniziato la seduta con variazioni ...
Le Borse di oggi, 29 ottobre. Listini Ue in rosso, fiammata dello spread dopo la Bce: vede 130 punti
Deludono le trimestrali di Amazon e Apple. Tokyo chiude a +0,25%. Il Pil francese corre del 3% nel terzo trimestre ...
BORSA ITALIANA OGGI/ Milano, news post-Brexit: chiusura a -3,94%, Spread appena sopra quota ...
Chiusura ancora negativa ... Resta tuttavia da capire se la Borsa italiana calerà ancora in doppia cifra o se riuscirà a contenere le perdite, sulla scia magari di qualche buona notizia che ...
Cereali Chicago: commento di chiusura di lunedi' 8 novembre
Gli analisti si aspettano aumenti per la produzione di soia e mais rispetto al mese precedente, mentre sul fronte delle scorte prevedono un aumento per la soia e una diminuzione per il mais. Il grano ...
CASO DI BORSA: sale Vantea Smart (+2,19%)
All’indomani della chiusura di un finanziamento da 10 milioni di euro, Vantea Smart nella seduta odierna a Piazza Affari ha fatto segnare una performance positiva, con un rialzo del 2,19% a quota 8,40 ...
Cofle presenta domanda di preammissione a Borsa Italiana
Walter Barbieri, Presidente e Amministratore Delegato di Cofle, ha così commentato: "Muoviamo oggi il primo passo verso la quotazione in Borsa, certi che sia il percorso migliore per accrescere e ...
Nice Footwear debutta in Borsa il 18 novembre
La domanda di azioni supera l’offerta, così il produttore di calzature sportive chiude il book in anticipo di due giorni, ...
Ebusco, debutto positivo sulla Borsa di Amsterdam
(Teleborsa) - Ebusco, azienda olandese attiva nel campo della mobilità green con lo sviluppo e la produzione di autobus elettrici sta registrando un debutto positivo sulla Borsa di Amsterdam.

BAG: closing comment

Positive session for European equities, which closed the session above par, while the wave of quarterly figures continued. In particular, the Ftse Mib scored + 0.53% at 25,490 points.

On the macro data front, the composite SME index of the Eurozone, in the final reading in July, stood at 60.2 points from 59.5 in June. The figure is below the preliminary and the consensus at 60.6 points.

The final index relating to the services sector, on the other hand, rose to 59.8 points compared to the 58.3 of the previous month, below the 60.4 of the preliminary and the consensus of economists.