Borsa: Europa incerta, Milano -0,4%

Borse europee incerte nonostante il rialzo dei futures Usa, in vista del primo accordo sui dazi tra Pechino e Washington, la cui firma è prevista mercoledì, che ha spinto nella mattinata l’Asia.

Sale Londra (+0,33%), dopo la bilancia commerciale, la produzione industriale ed edile e il Pil di novembre, segue Parigi (+0,1%), mentre cedono Francoforte (-0,1%), Madrid (-0,24%) e Milano (-0,4%).

In arrivo dagli Usa il deficit pubblico di dicembre, atteso in rialzo a 15 miliardi di dollari.

In attesa dei risultati di JpMorgan, Citigroup e Wells Fargo riprende a salire lo spread (154 punti), mentre cede il greggio (Wti -0,2%) e risale l’oro (+0,2%).

In lieve calo il dollaro sull’euro ma non sulla sterlina.

Sprint di Pennon (+6%), che potrebbe cedere il ramo rifiuti a Kkr e di Tullow Oil (+5,6%), spinta dagli analisti di Bmo, e di Bae Systems (+3,4%), da comprare secondo Bofa.

Pesa Renault (-2,7%), dopo le anticipazioni del Ft su un piano di Nissan per lasciare l’alleanza, giù Fca (-0,19%) e Peugeot (-0,67%