Borsa: Milano cresce, giù Cerved e Ifis

Giornata di contenuto rialzo per Piazza Affari sostenuta soprattutto dalle banche che non hanno risentito del ritorno di una lieve tensione sui titoli di Stato italiani e invece sono state sostenute, come tutto il settore in Europa, dall’ipotesi di fusione tra Deutsche e Commerzbank

L’indice Ftse Mib ha chiuso in aumento dello 0,75% a 20.638 punti, l’Ftse All share in crescita dello 0,58% a quota 22.669

Tra i titoli principali, molto bene Tenaris (salita del 3,3% finale), seguita da Unicredit (+2,5%), Fineco (+2,3%), Saipem (+2,2) e la Juventus, che ha chiuso in rialzo dell’1,9%

Positivi anche Unipol (+1,8%) e Mediobanca (+1,4%), con Intesa salita dello 0,8%.

Deboli invece Tim (-0,7%) e Pirelli, sceso dell’1,1% finale

Nei gruppi a minore capitalizzazione scivolone per Cerved (-12% dopo che Advent ha deciso di non fare un’offerta) e Banca Ifis, che ha perso l’11% dopo la scelta del socio di maggioranza Sebastien Egon Fürstenberg di non confermare l’amministratore delegato Giovanni Bossi

Leggi anche altri post Milano o leggi Agenzie


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer