Borsa: Milano debole con Pirelli, ok Mps

Borsa: Milano debole con Pirelli, ok Mps

Piazza Affari resta debole, insieme alle Borse europee, alla vigilia della firma della fase ‘uno’ dell’accordo tra Cina e Stati Uniti mentre a Wall Street i future oscillano attorno alla parità.

Il Ftse Mib cede lo 0,2% appesantito da Pirelli (-3%), su cui Ubs ha ridotto il giudizio a ‘neutral’, e da Diasorin (-1,5%) e Buzzi (-1,5%).

Invariata Atlantia, che attende di conoscere il destino della concessione, fiacchi energetici e utilities, con Tenaris (-1,1%), Italgas (-0,9%), Eni (-0,9%), Enel (-0,4%) e Saipem (-0,4%).

Poco mosse le banche, con Banco Bpm (+0,4%) impegnato nel collocamento di un bond, in scia a Ubi (+0,2%) e Unicredit (+0,2%).

Bene, invece, Azimut (+1,4%) e Nexi (+1,5%) mentre Ifis sale (+1%) in occasione della presentazione del piano industriale.

Riparte Mps, con il titolo che avanza del 6,7%, mentre scivola Rcs (-3,4%)