Borsa: Milano debole, Tim ai minimi

Piazza Affari si conferma debole nella prima mezz’ora di scambi (Ftse Mib -0,52%), frenata dallo spread che penalizza i bancari Banco Bpm (-1,5%), Unicredit (-1,37%), Intesa Sanpaolo (-1%) e Ubi (-0,9%), mentre Mps (-0,04%) appare poco variata.

Nuovo calo per Tim (-2,19% a 0,46 euro) che dopo il tonfo delle due sedute precedenti segna il minimo storico.

Segno meno anche per Italgas (-1,41%) e Saipem (-0,86%), mentre salgono Juventus (+0,88%) e, seppure in modo frazionale, Diasorin (+0,56%), Prysmian (-0,3%) e Brembo (+0,25%).

Tra i titoli a minor capitalizzazione sprint di Giglio (+16%) e Isagro (+13%), mentre segnano il passo Cia (-5,83%), Trevi (-4,29%) e Banca Ifis (-2,39%).

Poco mossa Astaldi (-0,5%), pesante Salini Impregilo (-1,87%)

Leggi anche altri post Milano o leggi Agenzie


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer