Borsa Milano in recupero dopo recenti cali, bene banche, balza Nexi


Mercato azionario

MILANO, 3 febbraio (Reuters) – Piazza Affari prova a rialzare la testa dopo la brutta settimana conclusa, la peggiore degli ultimi sei mesi, in scia al leggero recupero delle borse europee e di Wall Street in un mercato che cerca un po’ di serenità sulla diffusione dell’epidemia di Coronavirus.

Mentre continua a prevalere estrema prudenza per l’impatto del virus, gli investitori cercano spunto per un rimbalzo dai dati positivi sul settore manifatturiero Usa che ha registrato un rimbalzo a sorpresa.

Ad offrire il maggiore sostegno agli indici di borsa sono i titoli bancari in recupero dopo i recenti cali. Fra le big Iintesa Sanpaolo sale del’1,76% e Unicredit (MI:CRDI) dell’1%. Meglio Finecobank (MI:FBK) e Mediobanca (MI:MDBI) in progresso di oltre il 2%

La migliore del listino principale è Nexi (MI:NEXII) in salita del 4,9% sulla scia dell’Opa lanciata dal gruppo di pagamenti francese Worldline sulla rivale d’oltralpe Ingenico, che darà vita al quarto gruppo mondiale e a un nuovo campione europeo nel settore, un segnale concreto di consolidamento del comparto.

Debolezza per gli energetici e petroliferi penalizzati dai timori sul calo della domanda in Cina, il più grande Paese importatore di greggio, a causa del virus. Saipem (MI:SPMI) in calo dell’1,6%, Tenaris (MI:TENR) -1,16%, Eni (MI:ENI) -0,4%.

In rosso Tim (MI:TLIT) che cede 1%, calo che si aggiunge a quello del 4% circa della seduta precedente. Venerdì a mercato chiuso l’Antitrust ha comunicato una sanzione da 114 milioni di euro nell’ambito del procedimento contro la fatturazione a 28 giorni.

Atlantia (MI:ATL) ritraccia dello 0,5% in attesa di novità sul fronte delle concessioni e con un vertice di governo previsto per questa settimana per superare lo stallo politico sulle nuove norme che rendono più facile e meno costosa la revoca.

Sul fronte dei rialzi Mediaset (MI:MS), dopo avere toccato nuovi minimi da oltre tre anni e chiude con un mini-rimbalzo dello 0,9% in scia alla notizia della bocciatura, da parte del Tribunale di Milano, della richiesta di sospensione cautelare presentata da Vivendi (PA:VIV) sul progetto MediaforEurope.

Tonica anche oggi Tod’s in rialzo di oltre due punti percentuali sempre sulla scia dei risultati dei ricavi del quarto trimestre migliori delle attese degli analisti annunciati giovedì sera