BORSA: Milano su parità, settimana interessante su fronte macro

Il Ftse Mib scambia poco mosso e segna un -0,1% a 23.726 punti. “La settimana si presenta interessante sul fronte delle indicazioni macroeconomiche: domani ci sarà lo Zew, giovedi’ l’Ifo e l’appuntamento con la Bce. Venerdi’ in America ci sarà invece il Pil del quarto trimestre preliminare”, spiega uno strategist interpellato da MF-Dowjones.

A piazza Affari in luce YNap (+24,39% a 37,64 euro) che si adegua sostanzialmente al prezzo dell’Opa di 38 euro. Richemont, a cui al momento fa capo il 49% della societá, ha infatti comunicato l’intenzione di promuovere un’offerta pubblica di acquisto volontaria sul 100% di Ynap a fronte di un pagamento per cassa di 38 euro per azione.

In luce anche Mediaset (+4,48% a 3,356 euro) su cui Goldman Sachs ha alzato la raccomandazione da neutral a buy, inserendo il titolo nella propria Conviction List. Il prezzo obiettivo sale da 3,75 a 4,5 euro. Per gli esperti Mediaset è la storia piú interessante e sottovalutata tra i broadcaster europei su cui hanno copertura.

Tra i bancari Banco Bpm +1,2%, Bper +0,45%, Ubi B. +0,2%, Intesa Sanpaolo +0,13%, Unicredit +0,11% e Mediobanca -0,15%. All’interno del comparto delle utility in negativo Snam (-1,96%) ed Enel (-1,67%).

Sul resto del listino si segnala Mondadori (+5,36% a 2,36 euro). Equita Sim (hold, Tp 2,45 euro) evidenzia che secondo la stampa un

piccolo editore francese, Reworld Media, con vendite per circa 200 mln e

un Ebitda inferiore a 10 mln, sarebbe interessato a Mondadori France.

sda

susanna.scotto@mfdowjones.it

Copyright (c) 2018 MF-Dow Jones News Srl