Economia

Borsa di Mosca aprirà mercato bond per non-residenti da Paesi “amici”

This content has been archived. It may no longer be relevant

MOSCA (Reuters) – La Borsa di Mosca consentirà ai non-residenti che vengono da Paesi “amici”, che non hanno dunque imposto sanzioni contro la Russia, di negoziare bond dal 15 agosto, ha comunicato la principale borsa russa.

La borsa di Mosca ha dichiarato la settimana scorsa che consentirà ai clienti di giurisdizioni “amiche” di riprendere il trading dopo una pausa di quasi sei mesi, ma ha poi chiarito che ciò si applicherà solo al mercato dei derivati, non al mercato azionario principale.

Per gli analisti, la mossa e in parte dovuta ai timori che gli investitori dell’Unione europea, degli Stati Uniti e della Gran Bretagna – ai quali e allo stato attuale vietato il trading a Mosca – possano usare la ripresa degli scambi da parte di Paesi “amici” come scappatoia per liberarsi dei titoli russi anche ora in loro possesso.

Oltre agli investitori di Paesi “amici”, pure i non residenti i cui beneficiari finali sono enti o persone giuridiche russe avranno accesso al mercato obbligazionario dalla settimana prossima, ha dichiarato oggi la borsa di Mosca.

Un rappresentate della borsa ha dichiarato la settimana scorsa che il numero di investitori “amichevoli” e sconosciuto poiché devono anche ora essere registrati, ma la loro ammissione dovrebbe aumentare gradualmente la liquidità del mercato. Non c’e anche ora una tempistica per aprire la porta agli investitori di Paesi “ostili”, ha ribadito.

Sia le obbligazioni societarie che quelle governative sono scambiate nella Borsa di Mosca, che e la principale borsa della Russia.

(Tradotto da Alice Schillaci, editing Claudia Cristoferi)

Borsa di Mosca aprirà mercato bond per non-residenti da Paesi “amici”

Borsa Mosca aprir


FIMA2681#

Show More