Borsa Shanghai chiude in rialzo su speranze ulteriori misure stimolo


Mercato azionario

PECHINO (Reuters) – L’azionario cinese ha invertito il trend nel corso della sessione e ha chiuso in rialzo sulle speranze che il governo acceleri l’implementazione di ulteriori misure di stimolo fiscale a sostegno di un’economia lacerata dall’epidemia di coronavirus.

L’indice Shanghai Composite ha terminato la seduta in rialzo dello 0,6% a 2.843,98.

L’indice CSI300 delle blue-chip ha guadagnato lo 0,82%, con il sottoindice finanziario a +0,01%, quello dei beni di prima necessità in rialzo del 3,03%, il paniere immobiliare che guadagna lo 0,29% e il settore ‘healthcare’ in progresso del 2,04%.

Il crollo dell’attività economica cinese causato dal coronavirus ha intensificato le richieste al governo di accelerare l’implementazione di misure di stimolo fiscale, in un quadro in cui la disoccupazione aumenta a vista d’occhio minacciando la stabilità sociale. 

“Il panico è rientrato, il Paese sta gradualmente portando sotto controllo la pandemia e le attività economiche stanno riaprendo, ma gli investitori restano cauti”, ha dichiarato Tian Weidong, analista di Kaiyuan Securities. “Finché le scuole non riaprono e i cinema restano chiusi è probabile che l’economia non si riprenda completamente”.

L’indice minore di Shenzhen ha ceduto l’1,05%, mentre il ChiNext ha chiuso in rialzo dello 0,95%.

I maggiori guadagni percentuali dell’indice di riferimento sono stati registrati da Inner Mongolia Junzheng Energy & Chemical, che ha chiuso in rialzo del 10,16%, seguita da Ningbo Construction, che ha guadagnato il 10,1% e Apple (NASDAQ:AAPL) Flavor & Fragrance, che ha registrato un +10,05%.

Da inizio anno l’indice azionario di Shanghai ha perso il 6,8% e il CSI300 ha ceduto il 6,3%, mentre l’indice di azioni H cinesi quotate a Hong Kong ha registrato una flessione del 13,3%. Da inizio mese la borsa di Shanghai ha guadagnato il 3,41%.

L’indice di Hong Kong ha chiuso in rialzo dello 0,4% a 23.893,36.