Borsa Tokyo chiusa, boom Seoul +6%. Banca centrale Cina lascia tassi fermi, nessun panic bottom per coronavirus


In una sessione orfana della borsa di Tokyo, l’azionario dell’area Asia Pacifico ha segnato un solido rialzo, dopo che la People’s Bank of China ha annunciato di aver lasciato i tassi primari sui prestiti (LPR) invariati rispetto a febbraio.

La decisione ha confermato che la banca centrale, a dispetto dei timori per le conseguenze del diffondersi del coronavirus nel paese, non ha premuto il panic bottom. D’altronde, la situazione in Cina sta tornando alla normalità, tanto che nella giornata di giovedì non c’è stato nessun nuovo caso di persona infettata dal virus e alle prese con la malattia COVID-19.

Boom per la borsa di Seoul, con il Kospi balzato del 6% e il Kosdaq volato fino a +5,77%. Bene anche Hong Kong (oltre +3%), mentre…
Leggi anche altri post Agenzie o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer

Lascia un commento