Borsa Usa ritraccia da massimi record dopo tre giorni di rally


Mercato azionario

(Reuters) – Gli indici S&P 500 e Dow Jones ritracciano dai massimi toccati negli scambi iniziali, con gli investitori che si prendono una pausa dopo il rally stellare di questa settimana dovuto al calo dei timori per i danni economici dell’epidemia di coronavirus.

“La paura degli investitori all’inizio dell’epidemia sembra essersi attenuata un po’”, ha dichiarato Rick Meckler, partner di Cherry Lane Investments, family investment office a New Vernon, nel New Jersey.

Tuttavia, l’impatto dell’emergenza sanitaria in Cina continua a manifestarsi nei risultati societari. Il produttore di chip Qualcomm ha segnalato che lo scoppio dell’epidemia rappresenta una potenziale minaccia per l’industria della telefonia mobile. Il titolo è in ribasso del 2,7%.

Alle 17,15, il Dow Jones Industrial Average è pressoché invariato a 29.315,21, mentre l’S&P 500 è in rialzo dello 0,2%, a 3.341,41. Il Nasdaq Composite sale dello 0,39%, a 9.545,47.

Sette degli 11 principali indici scambiano in ribasso, il peggiore è il settore energetico, con una flessione dello 0,8%.

Il produttore di cereali Kellogg perde il 7,5% dopo aver previsto guadagni per l’intero anno ben al di sotto delle aspettative del mercato.

Becton, Dickinson and Co crolla del 10,4% dopo che la società di tecnologia medica ha abbassato le sue previsioni su ricavi e utili per l’intero anno.

Philip Morris International avanza del 4,4% dopo che il produttore di sigarette Marlboro ha superato le stime sugli utili trimestrali.

Twitter balza circa del 16,42% dopo che la piattaforma di microblogging ha raggiunto per la prima volta 1 miliardo di dollari di ricavi trimestrali, battendo le stime degli analisti.

Lascia un commento