Borse Asia-Pacifico in calo, pesano dati Cina, Usa

Le borse della regione Asia-Pacifico sono in calo oggi, dopo aver toccato i massimi da quattro mesi, a causa dei nuovi dati dalla Cina che alimentano timori sulle pressione deflazionista nella seconda economia mondiale.

I dati indicano che i prezzi alla produzione hanno rallentato per il settimo mese consecutivo a gennaio, al tasso più basso da settembre 2016, mentre la domanda interna si raffredda.

A gettare altre ombre anche la situazione politica negli Usa, col presidente Donald Trump pronto a dichiarare lo stato di emergenza per cercare di ottenere i fondi per la costruzione del muro anti-immigrati al confine con il Messico. La mossa ha provocato le critiche dei democratici, che controllano la Camera.

Da segnalare anche i dati sulle vendite al dettaglio americane, che a dicembre sono scese dell’1,2%, maggior calo dal settembre 2009.

** TOKYO ha perso l…
Leggi anche altri post Economia o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer