Borse Asia-Pacifico piatte, deludono dati Cina

Le borse dell’area Asia-Pacifico ritracciano oggi dai massimi da quattro mesi, dopo la delusione provocata da un’indagine sull’attività industriale cinese, che ha offuscato l’ottimismo sulle prospettive del negoziato Cina-Usa sul commercio.

** Il dollaro australiano, cartina di tornasole del sentiment degli investitori nei confronti della Cina, ha perso lo 0,5% dopo che l’indice Caixin/Markit index sulla manifattura ha toccato i minimi da febbraio 2016.

** TOKYO ha chiuso in lieve incremento, +0,07%, dopo aver toccato i massimi da metà dicembre. Male i titoli di Nintendo (-9%), dopo aver ridotto le previsioni annuali per la sua consolle Switch, e Nomura Holdings (-4%), che ha annunciato una revisione del business dopo aver registrato la maggiore perdita trimestrale in quasi 10 anni.

** SYDNEY praticamente piatta: i guadagni dei titoli minerari, grazie ai prezzi delle commodity, e la rinnovata fiducia nei…
Leggi anche altri post Economia o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer