Borse Europa giù con Wall Street

L’apertura in rosso di Wall Street non aiuta i listini europei, che restano in terreno negativo

Londra cede lo 0,4% malgrado l’apertura del governo a uno slittamento della Brexit, Parigi è poco sotto la parità (-0,04%), Francoforte perde lo 0,2% e Madrid lo 0,11%.

Le tensioni tra India e Pakistan affievoliscono la spinta legata ai colloqui fra Corea del Nord e Usa.

Fra i listini eccezione Milano, che sale dello 0,46%, malgrado l’Ue abbia rilevato squilibri economici “eccessivi” in Italia e dopo che sono stati assegnati tutti i Btp, ma con tassi in rialzo.

Lo spread è salito a 262 punti (259 in apertura).

In Piazza Affari salgono le banche: Banco Bpm (+3,78%), Ubi (+3,5%), Mps (+3%), Intesa (+2,94%), Unicredit (+2,98%) e Bper (+2,8%).

Continua il rally di Fincantieri (+7,6%), iniziato lunedì dopo i conti.

Sotto pressione Pirelli (-2,98%), sull’ipotesi di una riduzione della quota di ChemChina, definita però una “pura speculazione” dal ceo Marco Tronchetti Provera.

MaleBrembo (-1,94%) e Juve (-2,6%)

Leggi anche altri post Milano o leggi Agenzie


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer