Borse Europa in rialzo su compagnie aeree, bene Deutsche Bank


Mercato azionario

(Reuters) – Le borse europee salgono grazie alle compagnie aeree sulle speranze di interventi statali. A sostenere il sentiment anche gli utili Deutsche Bank (DE:DBKGn) e i segnali che molti paesi allenteranno presto le restrizioni dovute al coronavirus.

Lufthansa guadagna il 7,3% dopo che il ministro dei trasporti tedesco ha dichiarato di essere a favore della protezione della compagnia aerea. Air France Klm guadagna il 2,58% dopo l’annuncio di un pacchetto di aiuti da parte del governo da 7 miliardi di euro.

Le banche della zona euro sono in rialzo del 4,05% con Deutsche Bank che ha registrato utili del primo trimestre al di sopra delle aspettative ma ha avvertito che quest’anno potrebbe mancare i target sui requisiti patrimoniali richiesto in vista di un aumento dei default e di una estensione del credito per rispondere all’emergenza Covid-19.

L’istituto di credito tedesco balza dell’11,25%, sulla buona strada per mettere a segno il maggior rialzo percentuale in un mese, mentre la rivale Commerzbank sale del 6,8%.

“Un punto importante è che gli utili sono stati effettivamente migliori del previsto”, ha scritto Sebastien Galy, macro strategist presso Nordea Asset Management, in una nota.

“Ciò che conta è il ritmo con cui riprende l’economia globale. L’Europa è sulla strada della riapertura e le aziende stanno inviando piani per riavviare l’attività in loco”, ha aggiunto.

Volkswagen (DE:VOWG), la più grande casa automobilistica al mondo per vendite, ha dichiarato di aver ripreso le attività nella sua più grande fabbrica a Wolfsburg, in Germania.

Il DAX tedesco riceve una spinta anche dalla società farmaceutica Bayer, che guadagna il 2,46% dopo che gli utili core rettificati del primo trimestre hanno superato le stime del mercato.

Lo STOXX 600 paneuropeo guadagna l’1,63%, sulla sul segno più dei mercati asiatici dopo che la Banca del Giappone si è impegnata ad acquistare un numero illimitato di bond per mantenere bassi i costi dell’indebitamento.

Lascia un commento