Carburanti: nuovo taglio sul Gpl, Eni scende di 2 cent (QE)

Ribassi avanti sulla rete carburanti nazionale. Dopo aver

limato ieri i prezzi raccomandati di benzina e diesel, infatti, Eni ha

tagliato oggi anche il Gpl, di 2 centesimi, in una mossa analoga a quella

effettuata in precedenza anche da Tamoil. Intanto, piccolo rimbalzo per le

quotazioni in Mediterraneo di benzina e diesel.

Sul territorio, prezzi praticati con tendenza alla discesa a valle degli

ultimi interventi delle compagnie. Nel dettaglio, in base all’elaborazione

di Quotidiano Energia dei dati alle 8h00 di ieri comunicati dai gestori

all’Osservaprezzi carburanti del Mise, il prezzo medio nazionale praticato

in modalità self della benzina è pari a 1,567 euro/litro, con i diversi

marchi che vanno da 1,559 a 1,587 euro/litro (no-logo 1,542). Il prezzo

medio praticato del diesel è pari a 1,433 euro/litro, con le compagnie che

passano da 1,426 a 1,453 euro/litro (no-logo a 1,412).

Quanto al servito, per la benzina il prezzo medio praticato è di 1,697

euro/litro, con gli impianti colorati che vanno da 1,669 a 1,771

euro/litro (no-logo a 1,584), mentre per il diesel la media è a 1,567

euro/litro, con i punti vendita delle compagnie da 1,543 a 1,649

euro/litro (no-logo a 1,454). Il Gpl, infine, va da 0,661 a 0,673

euro/litro (no-logo a 0,650).

vs

Copyright (c) 2018 MF-Dow Jones News Srl


Carburanti: nuovo taglio sul Gpl, Eni scende di 2 cent (QE) è stato pubblicato su Dow Jones News dove ogni giorno puoi trovare notizie di economia e mercati.