Lavoro

Caro Landini, la Cgil non ignori il sapere digitale

#occupazione

Caro Landini. C’era una volta un confronto sul rapporto fra sindacato e Partito comunista. Autonomia del sindacato? DI Vittorio. Cinghia di trasmissione del partito? Palmiro Togliatti. Io ti scrivo per riproporre il problema invertendo i termini, politica cinghia di trasmissione del sindacato. – in quella che mi sento di definire l’autentica emergenza nazionale, più di quella energetica, mancanza della politica del sapere.

Il maggior ex partito di sinistra, da quando e orfano dell’URSS, non riesce a rivitalizzarsi. Dalla caduta del muro di Berlino in poi, vede la salvezza in un ripudio del sindacato, e si precipita a convivere con i principi del cd libero mercato, che come tutti gli economisti seri sanno, e solo uno slogan per recuperare politiche di destra antica anti tutela del lavoro. Sciagurato slogan che sta cacciando il mondo in un regresso politico e militare. Gli effetti si vedono ad occhio nudo. Crollo del lavoro a tempo indeterminato, che e il principio di ogni male sociale che giustamente in un recente articolo l’amico Augusto vede legato al crollo della protezione dei diritti. Bravo Augusto a sollecitare questo tema per il congresso CGIL.

Ma perché Landini possa tenerne conto adeguato bisogna fornirgli un quadro principale moderno. Questa modernità ha un nome: viviamo nel 53 IA (internet Age). IA significa che i giovani non comprano più giornali e meno che mai guardano i telegiornali. I giornali e i telegiornali sono diventati chiese di…


FIGN2969 => 2023-01-25 14:32:43
occupazione

Show More