Finanza

Il Cile cercherà ‘conseguenze’ per la voragine vicino alla miniera di rame

This content has been archived. It may no longer be relevant

SANTIAGO – Il Cile cercherà di applicare sanzioni severe ai responsabili di un’enorme voragine nei paraggi di una miniera di rame nel nord del Paese, afferma lunedì il Ministro delle Miniere.

Il misterioso buco di 36,5 metri di diametro emerso alla fine di luglio ha creato la mobilitazione delle autorità locali e ha portato il regolatore minerario a sospendere le operazioni di una vicina miniera di proprietà della canadese Lundin nel distretto settentrionale di Candelaria.

“Andremo fino in fondo con le conseguenze, per multare, non solo per multare”, afferma il Ministro delle Miniere Marcela Hernando in una nota stampa, aggiungendo che le multe tendono ad essere insignificanti e la decisione deve essere “esemplare” per le società minerarie.

Le autorità cilene non hanno fornito dettagli sull’inchiesta relativa alle cause della voragine.

I media locali e stranieri hanno mostrato diverse immagini aeree dell’enorme buco in un campo vicino all’operazione di Lundin Mining, a circa 665 Km a nord della capitale cilena. All’inizio, il buco, vicino alla città di Tierra Amarilla, misurava circa 25 metri (82 piedi) di diametro, con acqua visibile sul fondo.

L’impresa canadese possiede l’80% della proprietà, mentre il restante 20% e nelle mani delle giapponesi Sumitomo Metal Mining Co Ltd e Sumitomo Corp.

Il ministro ha ribadito che, sebbene il regolatore minerario del Paese abbia effettuato un’ispezione nell’area a luglio, non e stato in grado di rilevare questo “sovrasfruttamento”.

“Questo ci fa pensare che dobbiamo riformulare i nostri processi di ispezione”, afferma.

Il Cile cercherà ‘conseguenze’ per la voragine vicino alla miniera di rame

cercher conseguenze voragine


FIMA2681# 2022-08-09T01:11:59+02:00

Show More