CINA: Bazzoni, nuovo percorso e’ sviluppo mercato domestico


“La domanda tradizionalmente legata all’export dalla Cina come fabbrica del mondo sta venendo meno per il continuo lockdown che esiste ancora in giro per il mondo. Quindi il percorso nuovo che dovra’ essere intrapreso e’ quello dello sviluppo del mercato domestico, in tutti i suoi aspetti, economico, finanziario e produttivo, ma soprattutto dei consumi domestici, date le restrizioni sugli spostamenti”.

Lo ha affermato Paolo Bazzoni, President, Camera di Commercio italiana in Cina, intervenendo a ‘Esperienze da e per la Cina – idee per rilanciare il business’, evento organizzato da Class E. che, insieme a DowJones&Co., controlla questa agenzia, e da China Media Group.

Bazzoni ha spiegato che “le aziende localizzate in Cina sono sicuramente quelle che son riuscite a reagire meglio, perche’ non hanno subito molti delay dal lockdown. Quanto piu’ un’azienda e’ localizzata local for local, non solo per la supply chain ma anche dal punto di vista organizzativo, e’ sicuramente un fattore chiave di successo”.

“Sicuramente”, ha aggiunto, “alcune aziende hanno avuto un handicap perche’ alcuni manager sono rimasti bloccati, ma ora, complessivamente l’operativita’ delle nostre aziende e’ praticamente al 100%”.

fch