Cina e Usa tornano a parlare per scongiurare i dazi. Borse positive

MILANO – Il tentativo di accordo commerciale tra Stati Uniti e Cina torna al centro della scena a meno di tre settimane dalla data di incremento delle tariffe doganali, fissata al 1° marzo prossimo. Il vice premier cinese Liu He ha in agenda un incontro con il segretario al Tesoro americano Steven Mnuchin e con il rappresentante Usa sullo scacchiere commerciale Robert Lighthizer, a Pechino, e sono partite le fasi istruttorie per arrivare all’alto vertice. Intanto, in casa, il presidente Trump è di nuovo minacciato da un altro shutdown a causa del mancato accordo tra Repubblicani e Democratici sul budget federale.

Kerry Craig, strategist di JPMorgan AM, ha sintetizzato a Bloomberg la posizione degli investitori: “Abbiamo ancora preoccupazioni circa la crescita globale, che si concentrano su queste trattative tra Usa e Cina. Non credo che andremo ad assistere a particolari movimenti questa settimana…
Leggi anche altri post Economia o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer