Cina, indice Pmi manifattura febbraio scende a 49,2, crollo ordini da estero

L’attività del settore manifatturiero cinese in febbraio si è contratta al ritmo più sostenuto da tre anni.

E’ quanto emerge dall’indagine Pmi sui direttori acquisti di settore, a cura dell’istituto nazionale di statistica.

L’indice relativo è sceso a 49,2 nel mese in corso da 49,5 di gennaio; le attese prospettavano una lettura invariata. La rilevazione sul settore, dunque, si conferma al di sotto dei 50 punti, soglia che separa espansione e contrazione.

A determinare il calo sono stati soprattutto gli ordini dall’estero, precipitati ai minimi da dieci anni. E’ evidente, pertanto, l’impatto della guerra dei dazi fra Cina e Stati Uniti.

Sul fronte dei servizi viene evidenziato un rallentamento del ritmo di crescita, a 54,3 da 54,7.

L’indice composito, sintesi di manifattura e servizi, si è portato a 52,4 da 53,2…
Leggi anche altri post Economia o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer