Clifford Chance: 2020 da record con ricavi oltre i 2 mld


Clifford Chance ha chiuso l’anno fiscale 2020 terminato lo scorso 30 aprile registrando la migliore performance degli ultimi anni, superando la soglia dei 2 miliardi di euro di ricavi.

Il 2020 è il quinto anno consecutivo di crescita dei ricavi e degli utili: un risultato particolarmente positivo, considerando l’impatto del coronavirus sull’ultimo trimestre.

L’anno si e’ chiuso con ricavi a 2,055 miliardi di euro a livello globale, in crescita del 6% anno su anno e un utile per equity partner pari a 1,93 milioni di euro, con un incremento del 5% anno su anno.

Tutte le regioni e le practice area in cui lo Studio opera hanno mostrato solidi risultati e crescita nei ricavi e negli ultimi 5 anni (2015-2020), i ricavi sono cresciuti del +34% a livello globale

L’Europa Continentale continua a rappresentare una delle regioni che più contribuiscono ai risultati del network Clifford Chance con il 32% dei ricavi totali (+24% in cinque anni), quasi quanto il Regno Unito (33%), e seguita dall’area Asia Pacifico (18%), dalle Americhe (15%) e dal Medio Oriente (3%).

Matthew Layton, Global Managing Partner di Clifford Chance, ha così commentato i risultati: “Sin dal 2015, quando ci siamo dati l’obiettivo di posizionarci come riferimento globale nel settore legale, abbiamo registrato risultati eccellenti, mantenendo una visione di lungo termine e facendo investimenti strategici per rimanere agili e flessibili. Sono molto soddisfatto che in questi cinque anni abbiamo visto una crescita solida dei nostri profitti in tutte le regioni in cui operiamo. La capacità di offrire un supporto integrato e ampio ha sostenuto il nostro focus sugli investitori finanziari, che rappresentano un segmento di clientela particolarmente strategico per noi, con ricavi che in cinque anni sono aumentati di quasi il 70%”.

In merito alla situazione legata alla diffusione del coronavirus, Layton ha aggiunto: “Gli investimenti fatti in tecnologia e innovazione ci hanno permesso di affrontare la grande sfida globale del lavoro forzato da remoto (causa coronavirus) senza impatti significativi sul livello di servizio fornito ai clienti. Sono molto orgoglioso di come i nostri team hanno continuato a supportare i clienti, portando a termine operazioni molto complesse su scala internazionale. Altrettanto orgoglioso mi rende il ruolo che abbiamo avuto nell’aiutare a definire alcune delle misure governative per supportare l’emergenza sanitaria e in operazioni infra-settoriali come le collaborazioni tra società farmaceutiche per sviluppare un potenziale vaccino. Ora dobbiamo assicurarci di mantenere le buone pratiche acquisite in questo periodo e massimizzare la nostra offerta, guidando il cambiamento nel modo in cui lavoriamo e in cui forniamo i nostri servizi”.

“Sono molto orgoglioso di come lo studio abbia saputo affiancare i clienti in un periodo particolarmente complesso – commenta Giuseppe De Palma, Managing Partner di Clifford Chance per l’Italia – Anche nei momenti più difficili abbiamo mantenuto il focus sulla qualità e l’innovazione del servizio di consulenza offerto, garantendo continuità e supporto strategico. Grazie agli investimenti in tecnologia fatti negli anni passati, abbiamo lavorato intensamente, senza contraccolpi, portando avanti operazioni strategiche di M&A, ristrutturazioni aziendali e piani di rifinanziamento, oltre che successi in ambito giudiziale, accanto a primari gruppi italiani, istituti finanziari e fondi internazionali. Il nostro dna che coniuga la profonda conoscenza del mercato locale alla capacità di operare su scala globale, sia per competenze fornite che per comprensione delle tematiche legali – conclude De Palma – è un aspetto distintivo, sempre più necessario per essere parte delle operazioni sistemiche che contribuiscono a definire la realtà in cui operiamo e che sono quelle sulle quali possiamo fare la differenza”.

fch

Clifford Chance: 2020 da record con ricavi oltre i 2 mld 

Clifford Chance ha chiuso l’anno fiscale 2020 terminato lo scorso 30 aprile registrando la migliore performance degli ultimi anni, superando la soglia dei 2 miliardi di euro di ricavi.

Il 2020 è il quinto anno consecutivo di crescita dei ricavi e degli utili: un risultato particolarmente positivo, considerando l’impatto del coronavirus sull’ultimo trimestre.

L’anno si e’ chiuso con ricavi a 2,055 miliardi di euro a livello globale, in crescita del 6% anno su anno e un utile per equity partner pari a 1,93 milioni di euro, con un incremento del 5% anno su anno.

Tutte le regioni e le practice area in cui lo Studio opera hanno mostrato solidi risultati e crescita nei ricavi e negli ultimi 5 anni (2015-2020), i ricavi sono cresciuti del +34% a livello globale

L’Europa Continentale continua a rappresentare una delle regioni che più contribuiscono ai risultati del network Clifford Chance con il 32% dei ricavi totali (+24% in cinque anni), quasi quanto il Regno Unito (33%), e seguita dall’area Asia Pacifico (18%), dalle Americhe (15%) e dal Medio Oriente (3%).

Matthew Layton, Global Managing Partner di Clifford Chance, ha così commentato i risultati: “Sin dal 2015, quando ci siamo dati l’obiettivo di posizionarci come riferimento globale nel settore legale, abbiamo registrato risultati eccellenti, mantenendo una visione di lungo termine e facendo investimenti strategici per rimanere agili e flessibili. Sono molto soddisfatto che in questi cinque anni abbiamo visto una crescita solida dei nostri profitti in tutte le regioni in cui operiamo. La capacità di offrire un supporto integrato e ampio ha sostenuto il nostro focus sugli investitori finanziari, che rappresentano un segmento di clientela particolarmente strategico per noi, con ricavi che in cinque anni sono aumentati di quasi il 70%”.

In merito alla situazione legata alla diffusione del coronavirus, Layton ha aggiunto: “Gli investimenti fatti in tecnologia e innovazione ci hanno permesso di affrontare la grande sfida globale del lavoro forzato da remoto (causa coronavirus) senza impatti significativi sul livello di servizio fornito ai clienti. Sono molto orgoglioso di come i nostri team hanno continuato a supportare i clienti, portando a termine operazioni molto complesse su scala internazionale. Altrettanto orgoglioso mi rende il ruolo che abbiamo avuto nell’aiutare a definire alcune delle misure governative per supportare l’emergenza sanitaria e in operazioni infra-settoriali come le collaborazioni tra società farmaceutiche per sviluppare un potenziale vaccino. Ora dobbiamo assicurarci di mantenere le buone pratiche acquisite in questo periodo e massimizzare la nostra offerta, guidando il cambiamento nel modo in cui lavoriamo e in cui forniamo i nostri servizi”.

“Sono molto orgoglioso di come lo studio abbia saputo affiancare i clienti in un periodo particolarmente complesso – commenta Giuseppe De Palma, Managing Partner di Clifford Chance per l’Italia – Anche nei momenti più difficili abbiamo mantenuto il focus sulla qualità e l’innovazione del servizio di consulenza offerto, garantendo continuità e supporto strategico. Grazie agli investimenti in tecnologia fatti negli anni passati, abbiamo lavorato intensamente, senza contraccolpi, portando avanti operazioni strategiche di M&A, ristrutturazioni aziendali e piani di rifinanziamento, oltre che successi in ambito giudiziale, accanto a primari gruppi italiani, istituti finanziari e fondi internazionali. Il nostro dna che coniuga la profonda conoscenza del mercato locale alla capacità di operare su scala globale, sia per competenze fornite che per comprensione delle tematiche legali – conclude De Palma – è un aspetto distintivo, sempre più necessario per essere parte delle operazioni sistemiche che contribuiscono a definire la realtà in cui operiamo e che sono quelle sulle quali possiamo fare la differenza”.

fch