Cnh taglia stime Eps 2020 dopo utile adj trim4 in calo 5%, titolo giù


Mercato azionario

MILANO (Reuters) – Cnh (MI:CNHI) ha chiuso il quarto trimestre con un utile netto adjusted di 279 milioni di dollari, in calo del 5,1% sullo stesso periodo dell’anno precedente, e ha annunciato un taglio della guidance per il 2020 a causa delle “difficili prospettive di mercato” nei segmenti in cui opera.

Il gruppo industriale italo-statunitense si attende adesso per quest’anno un utile netto per azione adjusted tra 0,78 e 0,86 dollari dai 0,84 dollari registrati nell’intero 2019.

La guidance è ben sotto quella fornita lo scorso settembre di 0,95-1 dollaro per azione.

I ricavi di vendita netti delle attività industriali sono stati pari a 7,2 miliardi nel quarto trimestre del 2019, in diminuzione del 7% (-4% a cambi costanti), e per il 2020 sono attesi “da stabili a leggermente in flessione rispetto all’anno precedente a cambi costanti”.

L’Ebit adjusted delle attività industriali per l’ultimo trimestre dell’anno trascorso è di 301 milioni di dollari, in calo del 30,3% rispetto al quarto trimestre del 2018, con un margine adjusted sceso al 4,2%.

L’indebitamento netto delle attività industriali a fine dicembre è pari a 854 milioni di dollari, in miglioramento di 1,5 miliardi di dollari rispetto al dati di fine settembre.

Sull’esercizio 2019 il Cda proporrà il pagamento di un dividendo di 0,18 euro (circa 0,20 dollari) per azione ordinaria, in linea con il 2019.

Dopo l’annuncio del taglio delle stime il titolo ha accelerato al ribasso fino a entrare in asta di volatilità. Intorno alle 15,00 cede il 4,56% a 8,66 euro.

(Andrea Mandalà, in redazione a Milano Sabina Suzzi)