Coldiretti, oltre la metà delle aziende agricole italiane, ha registrato una diminuzione dell’attività a causa della pandemia


Coldiretti, oltre la metà delle aziende agricole italiane, ha registrato una diminuzione dell’attività a causa della pandemia 

Da quando è iniziata la pandemia, a livello nazionale, oltre la metà delle aziende agricole italiane, ha registrato una diminuzione dell’attività con un impatto che varia da settore a settore, dall’allevamento al vino, dall’ortofrutta all’olio, dai fiori alle piante senza dimenticare la pesca: per riportare l’economia dei territori su un percorso di crescita stabile e duraturo, è necessario un sostegno importante a tutti i settori, compresi quelli che producono le grandi eccellenze Made in Liguria, produzioni garantite, tracciabili e sicure.

E’ quanto afferma Coldiretti Liguria a seguito dell’incontro dei Presidenti dell’Organizzazione provenienti da tutte le regioni d’Italia, nel sottolineare che l’obiettivo di un adeguato livello di approvvigionamento alimentare torna ad essere un tema di sicurezza nazionale, per il quale un sostegno importante può arrivare dalle risorse che saranno disponibili dal Recovery fund. I problemi pandemici che hanno portato all’interruzione delle catene di approvvigionamento, le difficoltà vissute in termini di mobilità delle merci e dei servizi, rendono strategico investire nell’unico settore che realmente non si è mai fermato, contribuendo a rilanciare la competitività del Paese. 

L’allarme globale provocato dalla pandemia – affermano il presidente di Coldiretti Liguria Gianluca Boeri e il Delegato Confederale Bruno Rivarossa – ha fatto emergere una maggior consapevolezza sul…