Compravendita immobiliare, domanda in forte calo. Milano stabile


Compravendita immobiliare, domanda in forte calo. Milano stabile 

Mercato della compravendita immobiliare ancora in forte calo. Le previsioni degli istituti stimano un calo intorno al 18%. Milano stabile. Gli esperti avvisano: “Le banche vorranno più sicurezze”. Ecco cosa sta succedendo…

Secondo il secondo osservatorio del 2020, redatto da Nomisma e presentato a Milano lo scorso 23 luglio, il mercato immobiliare sta vivendo fasi molto negative anche se non drammatiche. Nonostante le previsioni delle istituzioni fossero già negative -formulate a marzo, inizio lockdown – quelle stabilite in queste settimane sono ancora più in picchiata. A marzo le previsioni sul calo del PIL si aggiravano intorno al 9%, oggi si attestano al 12%

Secondo le stime dell’istituto romagnolo, l’anno in corso dovrebbe concludersi con una media di circa 500 mila operazioni di compravendita (il gap previsto è tra le 471 e le 518 mila), di fatto un calo del 18 % delle operazioni rispetto all’anno precedente.

Nel primo trimestre, a causa del blocco imposto dall’emergenza virus di marzo, i rogiti sono diminuito del 15,5%. Nel secondo trimestre le stime si aggirano intorno al 40%. Si conta in un recupero da parte di tutte quelle transazioni che per la fine dell’anno saranno concluse.
Il 2021 si apre con un altro calo previsto delle compravendite ma di entità minore.

Compravendita immobile residenziale

Prezzi delle case in discesa

E’ una perdita ma non in picchiata quella del valore degli immobili, intorno al 10% nelle grandi città. L’abbassamento…