Coniugi Renzi, il Pm dice no alla revoca degli arresti domiciliari

Confermare la misura cautelare dei domiciliari per Tiziano Renzi e Laura Bovoli, genitori dell’ex premier Matteo Renzi rinviati a giudizio per l’accusa di bancarotta fraudolenta e false fatturazioni per operazioni inesistenti, tramite le aziende collegate alla società di famiglia “Eventi 6”. È quanto chiede la procura di Firenze che oggi ha dato parere negativo sulla richiesta di revoca degli arresti domiciliari a Rignano sull’Arno presentata dal legale Federico Bagattini nel corso dell’interrogatorio di garanzia svoltosi ieri davanti al gip Angela Fantechi. Il Gip dovrà ora decidere sull’istanza di revoca entro cinque giorni.La prima udienza del processo si terrà il 4 marzo.

GUARDA IL VIDEO: Fatture false: arresti domiciliari per Tiziano Renzi e la moglie

Leggi anche altri articoli di Economia o leggi la fonte


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer