Consumatori italiani: piccoli passi avanti della fiducia, ma il futuro resta incerto

La risalita dell’indice di fiducia messo a punto da Nielsen è proseguita anche nell’ultimo trimestre del 2018. Un andamento senza dubbio sorprendente visto che la caduta dell’economia tricolore in recessione avrebbe fatto pensare a un aumento dei timori, cosa peraltro verificatasi in tutti gli altri principali Paesi europei. Così, mentre l’indicatore italiano è salito dai 69 punti del terzo trimestre ai 70 del periodo ottobre-dicembre (era a 66 punti dodici mesi fa), la Germania è scesa da 106 a 104, la Gran Bretagna da 102 a 98, la Spagna da 97 a 94 e la Francia da 77 a 64.

L’Italia si è così anche scrollata di dosso il ruolo di fanalino di coda, posizione in cui era relegata da molto tempo. I disordini provocati dalle proteste dei gilet gialli hanno inferto un duro colpo a Parigi che ha accusato un vero e proprio…
Leggi anche altri post Economia o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer