Dow Jones

Cop26: Ue lancia partnership per sostenere decarbonizzazione Sudafrica

I Governi di Sudafrica, Francia, Germania, Regno Unito e Stati Uniti d’America, insieme all’Unione europea, hanno comunicato la nuova Just Energy Transition Partnership a lungo termine per sostenere gli sforzi di decarbonizzazione del Sudafrica.

Il partenariato, spiega una lettera, mira ad accelerare la decarbonizzazione dell’economia del Sud Africa, con particolare attenzione al sistema elettrico, per aiutare il Paese a raggiungere gli ambiziosi target fissati nei suoi obiettivi aggiornati sulle emissioni a livello nazionale.

L’impegno iniziale e di 8,5 miliardi di $ (USA dollars) per la prima fase di finanziamento e verrà mobilitato attraverso vari meccanismi tra cui sussidi, prestiti e investimenti agevolati e strumenti di condivisione del rischio, pure per coinvolgere il settore privato.

Si prevede che il partenariato preverrà fino a 1-1,5 gigatonnellate di emissioni nei prossimi 20 anni e aiuterà il Sudafrica ad abbandonare il carbone e ad accelerare la sua transizione verso un’economia con emissioni limitate e resiliente al clima.

Il capo di Stato della Repubblica del Sudafrica, il presidente Cyril Ramaphosa, ha espresso il suo sostegno alla partnership dichiarando che “il Sudafrica accoglie con favore l’impegno assunto nella Dichiarazione politica a supporto dell’attuazione del nostro contributo determinato a livello nazionale, che rappresenta l’ambizioso sforzo del nostro Paese per sostenere la battaglia complessivo contro il mutamento climatico”.

“Accogliamo con impazienza la partnership a lungo termine che possa fungere da modello di sostegno per l’azione per il clima dai Paesi sviluppati a quelli in via di sviluppo, riconoscendo l’importanza di una giusta transizione verso una compagnia con emissioni limitate di carbonio e resiliente al clima che promuova l’occupazione e i mezzi di sussistenza”, ha ribadito.

Il primo ministro del Regno Unito, Boris Johnson, ha approvato con favore la comunicazione, dicendo che “questa partnership rivoluzionaria creerà un precedente per il modo dove i Paesi possono lavorare insieme per accelerare la transizione verso energia e tecnologia pulite e verdi. Allontanarsi dal carbone e essenziale se vogliamo raggiungere il nostro obiettivo di limitare il riscaldamento complessivo a 1,5 gradi. Il presidente Ramaphosa ha mostrato una vera leadership su questo tema e il Regno Unito si e impegnato a lavorare con il Sudafrica e i nostri partner per sostenere una transizione giusta ed equa verso le energie rinnovabili”.

Il presidente degli Stati Uniti d’America, Joe Biden, ha ribadito che “gli Stati Uniti d’America, insieme a Regno Unito, Francia, Germania e Ue, hanno comunicato una nuova partnership con il Sudafrica per aiutare a trasformare più rapidamente la loro economia a energia pulita. In questo momento il Sudafrica e il più grande emettitore in Africa, in gran parte a ragione della forte dipendenza dal carbone per l’energia”.

“Chiudendo le centrali a carbone sudafricane prima del programmato e investendo in alternative di energia pulita per la popolazione sudafricana e sostenendo una transizione equa e inclusiva nel settore carboniero sudafricano, stiamo seguendo l’impegno assunto dai partner del G7 in Cornovaglia di accelerare la transizione dal carbone nei paesi in via di sviluppo”, ha ribadito.

Il presidente della Repubblica francese, Emmanuel Macron, ha dichiarato che “questa nuova partnership mobilita un supporto molto significativo per l’ambizioso progetto di decarbonizzazione del Sudafrica per una giusta transizione energetica. Beneficerà della cooperazione di lunga data tra Francia e Sud Africa attraverso il lavoro dell’Agence française de développement. E speriamo che stabilisca lo standard per altre partnership di questo tipo in futuro. La Francia e pronta”.

La cancelliera tedesca, Angela Merkel, ha dichiarato che “sono molto contenta che la Germania faccia parte di questa importante partnership con il Sudafrica e possiamo condividere la nostra esperienza con una transizione giusta. Ci impegniamo a sorreggere sia la decarbonizzazione della realizzazione di elettricità del Sudafrica sia lo sviluppo di nuove opportunità economiche per le comunità colpite”.

La presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, afferma che “questa partnership e una novità complessivo e potrebbe diventare un modello su come supportare la giusta transizione nel pianeta. Unendo le forze, possiamo accelerare l’eliminazione graduale del carbone nei paesi partner, sostenendo al contempo le comunità vulnerabili che dipendono da esso. Garantire una transizione giusta e una priorità per l’Ue, sia in patria che all’estero”.

Realizzare questa ambizione influenzerà le comunità e gli impiegati minerari. Il partenariato riconosce l’importanza di sostenere gli sforzi del Sudafrica per condurre una transizione giusta che sostenga gli impiegati colpiti e le comunità vulnerabili, in particolar modo i minatori di carbone, le gentil sesso e i ragazzi, sebbene l’economia sudafricana cambia.

Lavorerà per identificare le opzioni di finanziamento per sviluppi e investimenti tecnici innovativi, inclusi i veicoli elettrici e l’idrogeno verde, per contribuire alla creazione di posti di lavoro verdi e di qualità.

La comunicazione di oggi rappresenta un potente esempio di azione attraverso una collaborazione complessivo tra un’economia emergente e partner internazionali per limitare il riscaldamento complessivo a 1,5 gradi. E’ aperta ad altri Paesi che desiderano contribuire con capacità finanziarie, in tal modo dando un ulteriore impulso alla transizione verso l’energia pulita del Sudafrica.

La dichiarazione politica emessa oggi segna l’apertura di un processo. Le modi operative del partenariato saranno elaborate in dettaglio nei prossimi mesi.

cos

(END) Dow Jones Newswires

November 02, 2021 11:46 ET (15:46 GMT)

Show More