Coronavirus: in Iran 4.110 morti; Khamenei, evitare riunioni in Ramadan


L’Iran oggi ha riportato 117 nuovi decessi per Covid-19, portando il numero totale di vittime a 4.110. Il ministero della Sanità ha registrato 1.634 nuovi casi nelle ultime 24 ore, per un totale di 66.220 contagi. Di questi 3.918 persone verserebbero in condizioni critiche.

La guida suprema iraniana, l’Ayatollah Ali Khamenei, ha invitato la popolazione a evitare le riunioni durante il mese di digiuno del Ramadan, che inizia alla fine di aprile, e ha elogiato i cittadini per aver mostrato disciplina nel gestire l’epidemia di Covid-19.

“Il popolo iraniano ha superato brillantemente questo test”, ha detto Khamenei, aggiungendo che la cultura del materialismo e dell’individualismo ha condotto gli occidentali ad accalcarsi nei supermercati e a fare scorta di armi.

Le parole dell’Ayatollah, arrivate in occasione del compleanno del dodicesimo Imam, una festività importante per i musulmani sciiti, sono state pronunciate probabilmente da una residenza fuori dalla capitale iraniana, come misura di prevenzione contro il coronavirus, che ha contagiato decine di funzionari statali e membri senior del Governo iraniano.

fux

Lascia un commento