Corte Conti: non rinviabile taglio tasse su dipendenti e imprese. Con Reddito cittadinanza solo 2% ha trovato lavoro
Lo ha evidenziato nella sua requisitoria orale il procuratore generale della Corte dei Conti Fausta Di Grazia, favorevole a snellimenti nella Pa ma con un monito: «No ai colpi di spugna...«Appare non più rinviabile un intervento in materia fiscale che

Corte Conti: non rinviabile taglio tasse su dipendenti e imprese. Con Reddito cittadinanza solo 2% ha trovato lavoro


Corte Conti: non rinviabile taglio tasse su dipendenti e imprese. Con Reddito cittadinanza solo 2% ha trovato lavoro 
«Appare non più rinviabile un intervento in materia fiscale che riduca, per quanto possibile, le aliquote sui redditi dei dipendenti e dei pensionati che frequentemente sostengono le generazioni più giovani, oltreché le imposizioni gravanti sulle imprese alle quali sono affidate le concrete speranze di un rilancio del Paese». Lo ha detto nella sua Requisitoria orale il procuratore generale della Corte dei Conti Fausta Di Grazia, sottolineando che «l’alleggerimento della fiscalità potrebbe evitare, soprattutto in un momento di crisi globale, la costante erosione del potere d’acquisto delle famiglie e un’ulteriore contrazione del mercato interno, che non favorisce il gettito erariale».Di Grazia ha poi evidenziato i risultati poco soddisfacenti per Quota 100 e reddito di cittadinanza. In particolare, per quello che riguarda Quota 100 «i risultati sono stati al di sotto degli obiettivi illustrati nella Relazione tecnica che accompagnava il provvedimento, avente anche finalità di ricambio generazionale della forza…

Corte Conti: non rinviabile taglio tasse su dipendenti e imprese. Con Reddito cittadinanza solo 2% ha trovato lavoro

visita la pagina