Cosa comporterà la direttiva europea 5AMLD per le società crypto?

Cosa comporterà la direttiva europea 5AMLD per le società crypto?

Criptovalute

La Quinta Direttiva Antiriciclaggio dell’Unione Europea (5AMLD) è entrata ufficialmente in vigore il 10 gennaio. Il disegno di legge è stato presentato il 9 luglio 2018 con il duplice intento di rendere più trasparenti le transazioni finanziarie e di contrastare il riciclaggio di denaro e il finanziamento del terrorismo in Europa.

Per la prima volta, la 5AMLD ha esteso il suo perimetro applicativo includendo i prestatori di servizi basati su criptovalute quali exchange di monete digitali e fiat o fornitori di wallet custodial. Il progetto è quello di identificare più chiaramente i soggetti che prendono parte alle transazioni di criptovalute. In tal modo sarà possibile contrastare più facilmente il riciclaggio di denaro e il finanziamento del terrorismo.

Stando alla scheda informativa della 5AMLD, la normativa: