Cosa rischia Matteo Salvini sulla Diciotti e perché

Aver abusato dei suoi poteri trattenendo per 5 giorni 177 migranti a bordo della nave Diciotti «in condizioni psicofisiche critiche» per motivi «meramente politici». È in base a questa controversa ricostruzione dei fatti, sempre che venga dimostrata sussistente, che il Tribunale dei ministri di Catania ha chiesto al Senato l’autorizzazione a procedere nei confronti di Matteo Salvini. Ribaltando (a sorpresa) il convincimento del procuratore capo Carmelo Zuccaro che, per il responsabile del Viminale, aveva chiesto invece in precedenza l’archiviazione.

La tesi dei magistrati
I magistrati ipotizzano il reato di sequestro di persona aggravato, anche «per esser stato commesso in danno di soggetti minorenni», che prevede una pena da 3 a 15 anni. Salvini, scrive il tribunale nelle 53 pagine del provvedimento, «nella sua qualità di ministro» e «violando le convenzioni internazionali di soccorso in mare e le (…) norme di attuazione nazionali, non consentendo senza giustificato motivo al Dipartimento delle liberta civili e immigrazione di esitare tempestivamente la richiesta di un porto sicuro (…) bloccava la procedura di sbarco dei migranti così determinando consapevolmente l’illegittima privazione della libertà personale di questi ultimi». Non c’erano infatti, secondo i giudici, motivi di ordine pubblico che potevano consentire a Salvini di impedire lo sbarco» e così facendo è incorso in una «esplicita violazione delle convenzioni internazionali». Insomma Salvini avrebbe agito « al di fuori delle finalità proprie dell’esercizio del potere conferitogli (…) in quanto le scelte politiche (…) non possono ridurre la portata degli obblighi degli Stati di garantire nel modo più sollecito il soccorso e lo sbarco dei migranti», così come stabilito dalle convenzioni internazionali, che “costituiscono una precisa limitazione alla potestà legislativa dello Stato in base agli articoli 10, 11 e 117 della Costituzione».

Leggi anche altri articoli di Economia o leggi la fonte


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer