Covid19, 4,3 miliardi per minori entrate, ok ad accordo in Conferenza Stato-Regioni


Covid19, 4,3 miliardi per minori entrate, ok ad accordo in Conferenza Stato-Regioni 

Il ministro per gli Affari Regionali e le Autonomie, Francesco Boccia, ha presieduto la Conferenza Stato Regioni, convocata in seduta straordinaria. In videoconferenza anche il viceministro dell’Economia, Antonio Misiani; tra i presidenti di Regione Donato Toma, presidente del Molise, e Arno Kompatcher, presidente della provincia autonoma di Bolzano.

La Conferenza Stato Regioni ha approvato oggi l’accordo sulle risorse necessarie per l’espletamento delle funzioni regionali per l’anno 2020 relative alle minori entrate causate dall’emergenza Covid-19. Il decreto Rilancio ha previsto un fondo presso il Mef con una dotazione per il 2020 pari a 1,5 miliardi di euro: 500 milioni di euro saranno ripartiti tra le Regioni a Statuto ordinario, 1 miliardo tra le Regioni a Statuto Speciale e le Province Autonome di Trento e Bolzano. Al fine di garantire gli equilibri di bilancio, l’accordo tra governo e Regioni prevede, inoltre, che nel primo provvedimento utile, dopo aver verificato la preventiva copertura finanziaria, il fondo per le Regioni a statuto ordinario sarà integrato di un altro miliardo e 200 milioni di euro, quello per le Autonomie speciali di un altro miliardo e di un altro miliardo e 600 milioni.

La Conferenza ha, infine, approvato l’intesa sul riparto del Fondo di 448 milioni di euro (228 milioni per le Regioni a Statuto ordinario e 220 per quelle a Statuto speciale) finalizzato a ristorare a Regioni e Province autonome per le minori entrate…