CreativitySafe, in difesa del diritto di autore ora arriva la blockchain

MILANO – Proteggere le idee nel campo aperto del mondo globalizzato digitale, senza confini o barriere per definizione. È la sfida alla base di CreativitySafe, startup  che punta a proteggere il diritto di autore servendosi della blockchain, l’infrastruttura alla base del Bitcoin, la criptovaluta più famosa del mondo. Un’obiettivo, quello della difesa della proprietà intellettuale, che secondo gli ideatori di CreativitySafe strumenti come la Siae o l’EUIPO (European Union Intellectual Property Office) non sono più in grado di realizzare, in un mondo in cui le opere digitali si diffondono a un passo più veloce di qualsiasi controllo.

“Siamo un team composto da persone con esperienze e storie molto diverse. È stato interessante ibridare le conoscenze di chi proviene dal mondo dei “tribunali” con quelle di chi, come me, ha un background riconducibile al mondo della creatività e del digital – spiega Matteo Bormetti
Leggi anche altri post Economia o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer