Credem: utile netto 1* trim. a 40,7 mln (44,9 mln 1* trim. 2019)


Grafico Azioni Credem (BIT:CE)
Intraday

Venerdì 8 Maggio 2020

L’utile netto consolidato di Credem nel primo trimestre si attesta a 40,7 milioni di euro dopo i 13,9 milioni di euro di contributi ai fondi a supporto della gestione delle banche in difficoltà. Il Rote annualizzato, spiega una nota, è pari a 6,9%, il Roe annualizzato si attesta a 5,8%. Il dato si confronta coi 44,9 mln dello stesso esercizio dell’anno precedente.

Il Cet1 Ratio a livello di gruppo bancario è al 14,8%, il Cet1 Ratio di Vigilanza a 13,3% rispetto a 7,56% minimo assegnato da Bce; l’Npl Ratio a 3,8% (rispetto a 6,7% medio delle banche italiane).

La raccolta complessiva da clientela cresce dell’1,2% a/a a 67,7 miliardi di euro con forte crescita della componente diretta da clientela (+15,7% a/a).

Il rapporto tra crediti problematici totali lordi e impieghi lordi (Npl Ratio) si attesta al 3,84% (4,46% a fine primo trimestre 2019) a fronte di una media delle banche significative italiane a 6,7%. Il costo del credito si attesta a valori molto contenuti pari a 24 bps a fine marzo 2020.

Il cost/income risulta pari a 61,7% rispetto al 63,7% di fine primo trimestre 2019.

Il risultato operativo si attesta a 93,2 milioni di euro rispetto a 85,2 milioni di euro a fine marzo 2019 (+9,4% a/a).

L’istituto ha già messo a disposizione, subito dopo l’inizio dell’emergenza, 3,5 miliardi di euro a favore di oltre 21 mila clienti tra moratorie, prestiti, finanziamenti garantiti dallo Stato e adesione ad accordi Abi.

In merito alle rettifiche creditizie sui crediti performing, è stato attivato un processo di aggiornamento dei parametri di rischio forward-looking prendendo in considerazione le informazioni disponibili, costantemente aggiornate, l’elevato livello di incertezza sulle proiezioni macroeconomiche future e le relative implicazioni operative.

“I risultati che approviamo oggi dimostrano ancora una volta che siamo un gruppo solido e resiliente, grazie ad un modello di business completo e diversificato in grado di affrontare contesti anche molto complessi, così come fatto in passato”, ha dichiarato Nazzareno Gregori, d.g. del Credem. “I clienti stanno continuando a dimostrare fiducia nel Gruppo affidandoci la protezione e la valorizzazione dei propri beni e risparmi ed è nostro dovere ricambiare tale fiducia con impegno, dedizione e responsabilità per creare insieme valore nel tempo. Il Paese sta vivendo una situazione di profonda difficoltà sanitaria ed economica”, continua Gregori “famiglie ed imprese nei prossimi mesi dovranno fronteggiare numerose incertezze, ma è nostro preciso impegno essere accanto a loro con azioni concrete e tempestive. Vogliamo essere protagonisti, insieme a loro, della ripresa Italiana”, ha aggiunto Gregori, “e lo potremo fare solo con l’impegno e la professionalità delle Persone che anche in questi mesi difficili hanno garantito, in particolare nelle filiali, il supporto e l’assistenza a tutti i nostri clienti: hanno portato avanti un lavoro eccellente, in condizioni certamente non facili, e li voglio davvero ringraziare”.

com/cce

Lascia un commento