Crédit Suisse chiude esercizio 2018 in utile per la prima volta da 2014

Crédit Suisse archivia l’esercizio 2018 in utile per la prima volta dal 2014, a conclusione di un piano di ristrutturazione e rilancio che ha richiesto ben tre anni.

L’utile netto di gruppo risulta pari a 2,057 miliardi di franchi (1,809 miliardi di euro), risultato migliore rispetto alla mediana delle attese che si fermavano a 1,968 miliardi di franchi.

Superiore al consensus anche il risultato prima delle imposte a 3,405 miliardi contro una stima di 3,15 miliardi.

Il titolo ha avviato le contrattazioni alla borsa di Zurigo in rialzo del 2%.

“Avendo ridotto costi e rischi e contemporaneamente aumentato i fondi propri rispetto all’inizio del piano di ristrutturazione nel 2015, riteniamo che la banca sia ben posizionata per far fronte a condizioni di mercato impegnative, qualora dovessero insorgere, capitalizzando le tendenze positive dell’economia mondiale…
Leggi anche altri post Economia o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer