Crescita, sostenibilità, ambiente: il manifesto del Festival dell’Economia civile

MILANO – Il ministro Giovanni Tria e il premier Giuseppe Conte chiudono la tre giorni fiorentina del Festival dell’Economia civile, organizzato da Federcasse, la Scuola dell’Economia Civile (SEC) e Nuova Economia per Tutti (NeXT), con il supporto di Confcooperative e delle BCC toscane. Al termine dei lavori, gli organizzatori chiedono al governo di mettere al centro dell’azione l’unica direzione di sviluppo possibile e sostenibile, quella che coniuga valore economico, dignità del lavoro e tutela dell’ambiente. E di lanciare una nuova visione per il Paese che sostituisca conflitto, rabbia e paura con felicità e “ricchezza di senso” della vita. Ecco il manifesto con le proposte all’esecutivo.

MACROECONOMIA, OCCUPAZIONE E CRESCITA
I promotori del primo Festival Nazionale dell’Economia Civile chiedono di sbloccare al più presto i cantieri e di creare un rapporto armonioso tra mondi dell’economia, amministrazione e…
Leggi anche altri post Economia o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer