Cybersecurity, Ue chiede analisi rischi 5G ma respinge bando continentale a Huawei

STRASBURGO (Reuters) – I Paesi europei dovranno condividere i propri dati sulla sicurezza in fatto di 5G. Lo ha chiesto la Commissione, respingendo le richieste statunitensi di bandire la cinese Huawei nel continente.

Gli Stati Uniti hanno spinto nelle ultime settimane per un boicottaggio di Huawei in seguito ai timori che lo Stato cinese possa usare i dispositivi per spiare gli utilizzatori. Huawei ha respinto le accuse e fatto causa al governo degli Stati Uniti.

Secondo il Capo del digitale dell’Unione Andrus Ansip, la tecnologia 5G trasformerà l’economia e la società, ma Ansip ritiene che ciò non potrà accadere senza la certezza di piena sicurezza.

I Paesi europei hanno tempo fino alla fine di giugno per stabilire rischi legati al 5G, che confluiranno in un’indagine generale da concludere entro il primo ottobre. L’Unione avrebbe poi tempo fino alla fine dell’anno…
Leggi anche altri post markets o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer