D.Magics: al via Magic Wand per innovazione in settore Fintech

Dall’assicurazione social tramite community di utenti, al sistema per la creazione e archiviazione di fatture e documenti di vendita; dalla piattaforma assicurativa automatica per raccogliere e analizzare dati, al robo advisor degli investimenti della finanza alternativa.

Questi sono alcuni esempi dei modelli di business innovativi su cui si concentrano i progetti delle startup selezionate per partecipare al “Magic Wand”, programma di accelerazione lanciato dal business incubator quotato sull’Aim Italia Digital Magics, presentate oggi al Fintech District di Milano.

Magic Wand, spiega una nota, offrira’ alle startup scelte da una giuria composta da Digital Magics e e dai partner del programma – Bnl gruppo Bnp Paribas, Credito Valtellinese, Ersel Investimenti, Innovation Center del gruppo Intesa Sanpaolo, Innogest, Poste Italiane, SellaLab, Sisalpay, Societá Reale Mutua di Assicurazioni e Ubi Banca – un primo grant di 5.000 euro insieme a un percorso di mentorship di 6 mesi e a un ulteriore grant per quelle aziende che dimostreranno le migliori performance rispetto agli obiettivi di crescita.

Scopo del programma e’ supportare e accelerare la crescita delle startup italiane fornendo supporti economici, di advisorship, di condivisione delle esperienze e di sostegno allo sviluppo del business a livello internazionale, grazie alla creazione di un centro di eccellenza italiano per innovare il settore della finanza e delle assicurazioni, basato su un’alleanza di sistema creata con i piu’ importanti operatori del mercato.

Le prime 8 startup di Magic Wand selezionate e che hanno formalizzato o stanno formalizzando l’accordo con Digital Magics sono: #InvestFT, Axieme, Cloudesire, Coverholder, Diaman Tech, Duedot (Quokky), EasyTax Assistant e Moneymour. Nei prossimi giorni entreranno le ultime due che andranno a completare la squadra.

Il programma di accelerazione proporra’ alle startup selezionate opportunita’ di sviluppo grazie ai 10 partner che metteranno a disposizione le loro competenze ed esperienze, e ai mentor di riferimento, esperti di settore coinvolti nel progetto.

A marzo poi si svolgera’ una seconda selezione che consentira’ alle 6 startup che hanno dimostrato di poter crescere secondo gli obiettivi stabiliti di proseguire e concludere il percorso.

Queste, a cui sara’ dato un secondo grant di 15.000 euro, parteciperanno alla fase finale dell’Investor Day di Magic Wand, con i piu’ importanti investitori italiani ed internazionali, e avranno l’opportunita’ di entrare nella squadra di Digital Magics.

Sono previste infine ulteriori opportunità offerte da Neva Finventures (Gruppo Intesa Sanpaolo), Innogest e SellaVentures (Gruppo Banca Sella) che hanno deciso di riservarsi la possibilità di finanziare le 6 startup finaliste di “Magic Wand”, che alla fine del programma avranno raggiunto gli obiettivi e i Kpi (Key Performance Indicator) prefissati.

Inoltre, Innovation Center del Gruppo Intesa Sanpaolo, offrirà alle 6 finaliste l’accesso al proprio centro di competenza sul Fintech, la possibilità di partecipare a piattaforme di scale up internazionali e partnership con i più importanti centri di ricerca al mondo, oltre a realizzare dei proof of concept sui prodotti o servizi individuati.

com/gco

giorgia.cococcioni@mfdowjones.it

Copyright (c) 2018 MF-Dow Jones News Srl