Dalle firme al quorum, come funziona il referendum propositivo

Primo sì della Camera al Ddl che introduce il referendum propositivo nell’ordinamento italiano. La proposta di legge costituzionale, in particolare, modifica l’articolo 71 della Costituzione nella parte in cui disciplina l’iniziativa legislativa popolare. Viene introdotta una procedura “rinforzata” che si può concludere, al verificarsi di alcune condizioni, con lo svolgimento di una consultazione referendaria. I voti a favore sono stati 72, 141 contrari e 17 astenuti. Ora il provvedimento passa al Senato.

Affinché il processo di revisione costituzionale dell’articolo 71 della Carta vada in porto, infatti, serve la doppia lettura di Camera e Senato con un intervallo di almeno tre mesi tra la prima e la seconda lettura. Ecco che cosa cambia.

Leggi anche altri articoli di Economia o leggi la fonte


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer