Dall’investitura di Grillo alle dimissioni, la parabola triste di Luigi Di Maio


Dall’investitura di Grillo alle dimissioni, la parabola triste di Luigi Di Maio

Luigi Di Maio negli ultimi otto anni ha compiuto una carriera politica folgorante: da perfetto sconosciuto della politica è stato prima vicepresidente della Camera, poi capo politico del M5S (primo partito in Italia) vicepremier, ministro dello Sviluppo economico e del Lavoro, e poi degli Esteri. Fino alla rapida discesa, provocata da sconfitte alle elezioni regionali e alle Europee, che hanno alimentato l’opposizione interna. Fino al ritiro.Dai lavori saltuari ai meetup M5S Di Maio nasce ad Avellino il 6 luglio 1986 ma la sua città è sempre stata Pomigliano D’Arco. È lì che, giovanissimo, Di Maio muove i primi passi nella politica locale mentre alterna lavori saltuari come il webmaster o lo steward allo stadio San Paolo. La sua ascesa comincia nel 2007 con l’apertura del meetup M5S a Pomigliano. I primi passi non sono fortunati. Nel 2010 Di Maio si candida come consigliere comunale, ottenendo solo 59 voti.VIDEO: La…

fonte