Dow Jones

Datalogic: utile netto 1* sem a 23,5 mln, ricavi 2* trim record



Datalogic ha chiuso il 1* semestre con un utile netto di 23,5 milioni di euro rispetto al pareggio dello stesso periodo dello scorso anno.

Crescita record dei Ricavi del secondo trimestre a 156,6 milioni di euro, con un incremento del 46% a cambi costanti. Il fatturato del primo semestre si è quindi attestato a 292 milioni (+31,2% a cambi costanti).

L’Adjusted EBITDA del primo semestre è a 46,8 milioni con Adjusted EBITDA margin al 16,%, in raddoppio rispetto al primo semestre 2020. Nel secondo trimestre è a 25,2 milioni e 16,1% di Adjusted Ebitda margin.

L’Indebitamento Finanziario Netto è pari a 18,2 milioni di euro. La Posizione Finanziaria netta è positiva, a 16,8 milioni escludendo l’acquisizione di MD.

L’Amministratore Delegato del Gruppo Datalogic, Valentina Volta, ha commentato: “la performance eccezionale registrata nel secondo trimestre, +46% a cambi costanti rispetto all’anno precedente, ci ha permesso di chiudere il semestre con un fatturato in crescita di oltre il 30% al netto dell’effetto cambi. Tutte le geografie hanno riportato una crescita a doppia cifra, con il settore T&L e i Mobile Computer che sono cresciuti di oltre il 50%, un risultato ancora più eccezionale considerato lo shortage di componenti che sta impattando il nostro settore. Sul fronte della marginalità il nostro EBITDA margin si è attestato al 16% nonostante la crescita dei costi dei materiali e della logistica, grazie al contenimento dei costi operativi che sono rimasti in linea con il primo semestre 2020. Gli investimenti in R&D sono rimasti consistenti con un incidenza sul fatturato del 10%, permettendo al Gruppo di continuare il proprio piano di innovazione e sviluppo nuovi prodotti. Salvo inasprimenti dell’emergenza sanitaria e dello shortage, con un Backlog e un trend degli ordini record rimaniamo confidenti nella crescita del fatturato a doppia cifra per l’anno in corso. Shortage e conseguenti aumenti inflattivi saranno determinanti anche nel miglioramento della redditività dell’anno attesa ad oggi tra 2 e 3 punti rispetto al 2020.

Nel primo semestre abbiamo completato anche l’acquisizione di MD Microdetectors, costituendo così il maggior polo della sensoristica italiana. Anche in questa fase di ripresa, la sicurezza dei nostri dipendenti, partners e clienti rimane la nostra massima priorità”.

Il secondo trimestre dell’anno ha visto una crescita senza precedenti dell’ordinato in tutte le geografie e in tutti i principali segmenti di mercato in cui il Gruppo opera. Nonostante le limitazioni imposte dallo shortage di componenti e materiali che ha impattato il comparto, il Gruppo Datalogic ha raggiunto una crescita superiore al 40% nel secondo trimestre e una redditività pre-pandemica.

Le campagne vaccinali, la gestione di nuove ondate pandemiche con misure restrittive più localizzate, nonché i provvedimenti a sostegno dell’economia, stanno consentendo un’accelerazione record della ripresa. Permangono tuttavia a livello globale elementi di incertezza sia connessi all’emergenza sanitaria, che ai fenomeni di shortage che stanno investendo il settore con conseguenti fenomeni inflattivi, in particolare in relazione alla componentistica e ai costi logistici.

Nonostante gli elementi di incertezza, il tasso di crescita della presa ordini in tutte le geografie e un backlog eccezionalmente superiore rispetto allo stesso periodo del 2020 consentono di formulare attese molto positive per il proseguo dell’anno. Assumendo che la crisi pandemica, la carenza di forniture e la conseguente inflazione non subiscano ulteriori inasprimenti, il Gruppo conferma per l’anno in corso l’obiettivo di crescita del fatturato tra il 16% e il 20% con un miglioramento dell’EBITDA margin tra 2 e 3 punti percentuali rispetto al 2020.

alb

alberto.chimenti@mfdowjones.it

(END) Dow Jones Newswires

August 05, 2021 13:01 ET (17:01 GMT)

Segnali:

Banco BPM alza il velo su trimestrale e nuovo piano. Come UniCredit M&A non a tutti i costi. E AD Castagna non esclude sorpresa dividendi
Castagna ha precisato che "il nuovo piano, che si caratterizza per obiettivi ambiziosi ma raggiungibili anche grazie al consolidato track-record ... prevede utile netto oltre 1 miliardo, Rote ...
Banco Bpm, conclusa emissione obbligazionaria per 500 mln
Ftse Mib. L indice italiano, con la brutta candela ribassista ad alta volatilità del 20 aprile scorso, si è allontanato dalla ex trend line rialzista di medio periodo costruita sui minimi ...
Il CdA di Eni gas e luce nomina Stefano Goberti Amministratore delegato
Lunedì nero per le borse Europee, scure del Corona Virus si abbatte sui mercati con Milano maglia neraIl Corona Virus ha già mietuto la quarta vittima in Italia di cui 3 in Lombardia. Così l ...

Datalogic: 1st half net profit at 23.5 million, record 2nd quarter revenues

Datalogic closed the first half of the year with a net profit of 23.5 million euros compared to the breakeven of the same period last year.

Record second quarter revenue growth to € 156.6 million, an increase of 46% at constant exchange rates. Turnover in the first half of the year therefore stood at 292 million (+ 31.2% at constant exchange rates).

Adjusted EBITDA in the first half of the year was 46.8 million with the Adjusted EBITDA margin of 16%, doubling compared to the first half of 2020. In the second quarter it was 25.2 million and 16.1% of the Adjusted Ebitda margin.

Net financial debt is equal to 18.2 million euros.