Decreto semplificazioni: dalle trivelle alla tassa sulla bontà ecco tutte le nuove norme

ROMA  –  Doveva dare un taglio alla burocrazia e facilitare la vita ai cittadini e alle imprese, ma nel suo lungo percorso al Senato il decreto semplificazioni si è trasformato in un testo omnibus,  arricchito di svariate norme. Dalla riduzione dell’Ires per le no profit ai 10 milioni alle famiglie delle vittime di Rigopiano; dagli Ncc all’obbligo di distruzione degli ulivi affetti da Xylella. A tenere banco è stato soprattutto il braccio di ferro tra Lega e M5s sulle trivelle, che ha fatto procedere a singhiozzo i lavori delle Commissioni Affari Costituzionali e Lavori Pubblici sul tema la maggioranza ha poi trovato un accordo. Sul dl semplificazioni, che ha ricevuto il mandato al relatore per andare in Aula al Senato lunedì prossimo, probabilmente verrà posta la questione di fiducia visti i tempi strettissimi, il decreto infatti scade il 12 febbraio.  Ecco le principali novità.

 Leggi anche altri post Economia o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer