Di Maio: via chi non ha diritto, da Rom a CasaPound

«I fatti di questi giorni, che stanno coinvolgendo alcune periferie, evidenziano un chiaro problema di ordine pubblico. Il superamento dei campi Rom è doveroso. Non perché siano Rom o meno, ma perché è una questione di giustizia. La legge vale per tutti. Superiamo i campi Rom, subito. E sgomberiamo CasaPound, così come chiunque occupi in modo illegittimo un’abitazione o uno stabile già assegnato a chi ne ha realmente bisogno». A prendere posizione via Facebook su due dossier caldi della Capitale – la gestione dei campi nomadi e le occupazioni di immobili promosse da un partito dell’ultradestra – è il vicepremier Luigi Di Maio.

«Questo dev’essere un messaggio molto chiaro. Ed è lo stesso messaggio che andrebbe inviato a chi, nella stessa forma, compie abusi occupando illegittimamente un edificio pubblico o privato. Credetemi, la legge a volte è così
chiara che basta applicarla. E per me vale solo la legge. Ci sono dei campi Rom che sono realtà vergognose? Vanno superati, come tra l’altro sta facendo Virginia Raggi, che proprio lo scorso anno ne ha chiuso uno!», si legge nel post firmato dal capo politico pentastellato, pubblicato a pochi giorni dalle manifestazioni di protesta dei cittadini di Torre Maura, alla periferia est di Roma, contro il tentativo dell”amministrazione capitolina di trasferire un gruppo di famiglie Rom in una struttura di accoglienza della zona.

Leggi anche altri articoli di Economia o leggi la fonte


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer